ideA-Z

Corso:

Gli acceleratori di particelle utilizzati per la produzione di radionuclidi in ambito medicale possono generare, durante il loro funzionamento, l’attivazione di parte degli elementi dell’unità radiante così come l’attivazione di alcuni elementi delle strutture ausiliarie (schermature, sostegni, ecc.).

In fase di esercizio tali processi di attivazione devono essere tenuti in considerazione sia ai fini della radioprotezione dei lavoratori sia ai fini della gestione degli eventuali rifiuti radioattivi prodotti.

Inoltre quando gli impianti giungono a fine vita (in genere dopo circa 15-20 anni di funzionamento) il volume e i tempi di dimezzamento dei materiali attivati presenti nella macchina e nelle strutture schermanti aprono scenari di gestione in sicurezza e di decommissioning dell’impianto spesso imprevisti e comunque di non semplice soluzione sotto il profilo operativo ed economico.

Il corso di propone di presentare:

  • Lo stato dell’arte inerente la condizione dei ciclotroni ad uso medicale in Italia
  • Il percorso autorizzativo ai fini del’installazione di un ciclotrone medicale
  • La progettazione delle schermature necessarie per impianti auto schermati e non auto schermati
  • La gestione di un impianto in fase di esercizio
  • La possibile gestione dei rifiuti radioattivi alla luce della nuova direttiva europea
  • Il decommissioning di un impianto, con particolare riferimento al recente decommissioning del ciclotrone medicale della Fondazione INT di Milano
Scheda di registrazione